“Ti Ascolto – A scuola”

0
333

Al Cinema Edera la proiezione dei video realizzati dagli studenti

“L’adolescenza è come una montagna russa, dove a volte ti senti cadere nel vuoto e altre dove sei così in alto da poter toccare il cielo”: sono, queste, le parole di Allegra, voce narrante di uno dei 17 video prodotti nell’ambito del progetto “Ti ascolto – a scuola”.

Lunedì 22 maggio al Cinema Edera di Treviso sono stati presentati i filmati realizzati dalle cinque classi partecipanti all’iniziativa: l’evento rappresenta il capitolo finale di un percorso intrapreso dagli educatori dell’Unità operativa Infanzia, adolescenza, famiglia e Consultori (IAFeC) dell’Ulss 2 che quest’anno sono entrati in quattro scuole secondarie di secondo grado della provincia di Treviso coinvolgendo 140 studenti e, in parte, i genitori con l’obiettivo di dar voce ai ragazzi. 

Gli istituti che hanno aderito al progetto sono il “Flaminio” di Vittorio Veneto, il “Rosselli” di Castelfranco Veneto, il “Duca degli Abruzzi” e il “Canova” di Treviso.

Presenti alla proiezione, oltre al direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, il direttore dei Servizi socio-sanitari, Roberto Rigoli, la presidente della Conferenza dei Sindaci, la presidente della V Commissione del Consiglio regionale del Veneto e la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Treviso, Barbara Sardella.

“L’obiettivo del progetto, giunto alla sua seconda edizione, è avvicinare e favorire il confronto tra il mondo degli adolescenti e quello dei genitori” ha spiegato il dr Nicola Michieletto, coordinatore degli IAFeC dell’Ulss 2.

Il lavoro di quest’anno si è basato sul processo di identificazione (i ragazzi hanno risposto alla domanda “Chi sono io adolescente?”) e ascolto attivo al fine di far emergere vissuti, necessità e messaggi destinati agli adulti. L’attività ha permesso alle classi di sperimentarsi e ha dato loro la possibilità di esprimere le proprie emozioni e tradurle in video.

In ogni scuola, inoltre, è stato ricavato un momento di condivisione del lavoro tra i ragazzi e con i genitori, al fine di favorire fattivamente uno scambio diretto ed efficace tra generazioni sui temi trattati.

Dai video realizzati emergono tematiche proprie dell’adolescenza quali l’incomprensibilità, i dubbi e i momenti di forte smarrimento, ma, anche, l’amicizia, l’aiuto reciproco e la consapevolezza del loro mondo”.

“Ti ascolto – a scuola” è un progetto collegato al gruppo Facebook dell’Unità operativa Infanzia, adolescenza, famiglia e Consultori “Ti ascolto” (https://bit.ly/43bkxpr), dedicato al supporto psicoeducativo ai genitori, che ha raggiunto 2350 famiglie.

Nel corso del 2023 nell’ambito del progetto è stata sviluppata anche un’attività in presenza sul territorio dedicata ai genitori, “Ti ascolto, genitore”, con incontri serali attivati nei comuni di Volpago del Montello e di Farra di Soligo, che hanno coinvolto anche i comuni limitrofi.

Previous articleLo shopping online può diventare una dipendenza?
Next articleLa Venticinquesima Ora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here