Progetto “La mia scuola è sostenibile”

0
193

Contarina, in collaborazione con i gestori del servizio idrico dei Comuni della Provincia di Treviso, ATS – Alto Trevigiano Servizi, Etra Spa, Piave Servizi e Gruppo Veritas ha attivato il progetto “La mia scuola è sostenibile”. Oltre a fornire una borraccia in alluminio, prodotta in Italia, a tutti gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, sia pubbliche che paritarie, l’iniziativa prevede la realizzazione di interventi di educazione ambientale volti ad approfondire tematiche legate alla sostenibilità e alla tutela delle risorse naturali.

L’iniziativa risponde all’invito dell’“Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile” che, tra gli obiettivi da raggiungere entro il 2030, auspica che tutti gli alunni “acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile, alla cittadinanza globale e alla realizzazione delle diversità culturali”. Risulta dunque fondamentale che all’interno della scuola, luogo in cui bambini e ragazzi trascorrono buona parte del loro tempo e in cui acquisiscono nuove competenze, sia possibile sperimentare concretamente scelte positive di sostenibilità e di cura dell’ambiente.

Portare a scuola la borraccia per bere l’acqua del rubinetto è un gesto che permette di ridurre la produzione di rifiuti e il consumo giornaliero di bottiglie monouso, limitando lo spreco di risorse ed energia e riducendo i costi ambientali legati ai trasporti. Attraverso questo progetto, Contarina rinnova il proprio impegno a supportare le scuole del territorio, con l’obiettivo di promuovere la formazione di futuri cittadini consapevoli e capaci di rispondere in maniera responsabile alle questioni che coinvolgono l’umanità e il pianeta.

Previous articleI Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)
Next articlePronto? Logopedista? Mi fa male il piede

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here