Mal di pancia: quando rivolgersi allo specialista

0
522

Il mal di pancia è un disturbo molto frequente, spesso infatti i bambini si lamentano di avere mal di pancia ma non sempre bisogna preoccuparsi. Se il bambino continua a mangiare e a dormire, non modificando le sue normali attività si può stare tranquilli!

Non va invece sottovalutato il mal di pancia che si presenta frequentemente, con riduzione dell’appetito, modificando le normali attività del bambino e che compare nelle ore notturne.

Altri campanelli d’allarme possono essere la presenza in famiglia di casi di ulcera e malattie infiammatorie croniche intestinali, il fatto che il bambino lamenti un dolore che dura molto a lungo (più di 3-4 ore) o un dolore irradiato (alla spalla, schiena etc..) o fisso.

I genitori devono preoccuparsi quando al dolore addominale sono associati altri sintomi quali la perdita di peso, la febbre, la diarrea, la presenza di sangue nelle feci, il vomito, il dolore durante la minzione o la comparsa di sonno dopo gli attacchi dolorosi.

In tutti questi casi è opportuno rivolgersi allo specialista per indagarne le cause. Questi disturbi infatti possono avere molteplici cause. Alcune possono riguardare il tratto gastro-intestinale, come ad esempio la stipsi, le intolleranze alimentari, le infezioni intestinali, l’intolleranza al lattosio, la celiachia, a volte possono anche riguardare il tratto genito-urinario, come ad esempio l’infezione delle vie urinarie.

La precoce individuazione delle cause infatti permette di curare la patologia ed eliminare o ridurre il disturbo.

Dott. Paolo Maria Pavanello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here