Vaping: più sicuro della sigaretta?

0
417

Il vaping è sempre più popolare, non solo tra gli adulti, ma anche tra i giovanissimi, che iniziano a svapare per curiosità, per imitazione dei coetanei, per la voglia di sentirsi più grandi, pensando che non abbia nessun impatto sulla salute.

Pubblicizzate come alternativa al fumo convenzionale e come trattamento sostitutivo della nicotina, stanno acquistando crescente popolarità e attenzione. I dati forniti dal sistema di Sorveglianza dell’Istituto Superiore di Sanità (Sorveglianza PASSI), ci dicono che nel biennio 2020-2021 gli utilizzatori di e-cig sono stati circa il 5% della popolazione, prevalentemente nella fascia d’età tra i 18-24 anni.

COSA CONTIENE LA SIGARETTA ELETTRONICA?

Le sigarette elettroniche o “e-cigarette” sono dispositivi a batteria che riscaldano ed emettono vapori da una soluzione liquida contenente glicole propilenico, glicerina, aromi (in genere per uso alimentare) e additivi. La presenza del glicole propilenico produce l’effetto “fumo biancastro” sebbene la parte gassosa sia un vapore e non un prodotto di combustione.

Cartucce usa e getta e liquido di ricarica possono essere a contenuto variabile di nicotina (6-20 mg).

QUALI SONO I DANNI PER LA SALUTE?

Nell’aprile del 2021 il Comitato scientifico della Commissione europea che valuta i rischi sanitari emergenti (SCHEER – Scientific Committee on Health, Environmental and Emerging Risks) si è espresso in merito agli effetti sulla salute delle sigarette elettroniche. Il vapore prodotto dal glicole propilenico ha effetti irritativi locali (secchezza della bocca, bruciore alla gola, tosse, arrossamento oculare). Inoltre, anche se la presenzadi nitrosammine sia bassa rispetto alla sigaretta convenzionale, il rischio di cancerogenicità per le vie respiratorie, dovuto all’esposizione cumulativa, è sempre presente.

L’uso duale, sigaretta elettronica e sigaretta convenzionale, espone al rischio di assumere elevate quantità di nicotina con effetti di tossicità (cefalea, nausea, vomito, vertigine, respiro corto, fino alla perdita di coscienza). Segnalati casi di comparsa di convulsioni. Si ricorda che la nicotina può contribuire all’insorgenza di patologie cardiovascolari.

USO IMPROPRIO DELLA E-CIG.

Forum e siti web incoraggiano l’uso ricreativo di e-cig per inalare marijuana, cannabinoidi sintetici e altre sostanze illecite come metamfetamine, cocaina ed eroina.

ATTENZIONE RAGAZZI! In tali casi i danni per la salute sono gravi!  Il quadro sindromico comprende disturbi respiratori (dispnea, tosse), del tratto gastroenterico (dolori addominali, nausea e vomito), sintomi generali (febbre) e segni radiologici di addensamenti polmonari bilaterali. Possibile evoluzione in insufficienza respiratoria severa.

Abbiate sempre un approccio prudente e precauzionale verso la e-cig! Può predisporre alla dipendenza da nicotina, gestuale/comportamentale ed al rischio d’uso di sostanze illecite.

Per approfondire:
https://www.epicentro.iss.it/passi/dati/fumo?tab-container-1=tab1
http://www.aiponet.it/images/prodotti-editoriali/documenti-scientifici/allegati/6/1.pdf

Previous articleLe dipendenze
Next articleAlla scoperta del volontariato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here