Premiati tre studenti del Fleming

0
86

Vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei”

Lo scorso 16 maggio, nella sala conferenze del Centro Culturale Candiani di Mestre, si è svolta la premiazione del concorso “Diventiamo cittadini europei”. Si tratta di un’iniziativa del Movimento Federalista Europeo in collaborazione con l’ufficio Europe Direct del Comune di Venezia, che si pone come obiettivo far sì che un numero sempre maggiore di giovani diventino cittadini europei attivi e consapevoli.

Tre studenti dell’Istituto Fleming di Treviso che hanno partecipato al concorso sono stati premiati per un saggio da loro prodotto, su un tema proposto nel bando. Nicolò Calzavara e Giacomo Perroco hanno vinto un viaggio e una settimana di formazione in Umbria, con i loro lavori valutati rispettivamente “molto buono” ed “eccellente”. Nicolò ha analizzato le sfide poste dallo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale alla luce del nuovo regolamento europeo per l’IA. Giacomo si è occupato di BRICS, redigendo un accurato confronto tra l’Unione Europea e, appunto, il gruppo dei BRICS. Anche Sofia Dametto ha ricevuto una menzione speciale, per il suo lavoro sull’Intelligenza Artificiale. Tra tutte le scuole superiori delle province di Venezia, Treviso e Padova che hanno partecipato, l’aeronautico Fleming ha riportato il maggior numero di premi e menzioni.

Questa premiazione è giunta dopo un’altra iniziativa curata da Europe Direct negli ambienti della nostra scuola. Nel periodo di febbraio-marzo, è stata allestita una mostra fotografica aperta al pubblico su “I padri e le madri fondatori e fondatrici dell’Unione Europea”, con il patrocinio del Comune di Venezia e del Comune e Provincia di Treviso; un percorso espositivo di ventidue pannelli che raccontavano la vita politica di quelle persone che hanno reso realtà quello che una volta era soltanto il sogno di un’Europa unita. L’esposizione è stata inaugurata da un’appassionata lezione del prof. Giorgio Anselmi, ex Presidente nazionale del Movimento Federalista Europeo, che ha parlato di “Problemi e prospettive del processo di unificazione europea”.

Si è trattato di iniziative interessanti, soprattutto per quegli studenti di Quarta e Quinta che quest’anno, per la prima volta, sono chiamati a partecipare all’elezione del nuovo Parlamento Europeo.

Rizzato Filippo

Previous articleTirocinio Erasmus+
Next article“Don’t worry, I can fix me”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here