Irrestistibile “La Boheme”

0
294

Studenti del Planck a teatro con “Fenice Education”

Assistere alle grandi opere in scena al Teatro La Fenice di Venezia è sempre una grande emozione. Sono pronti a confermarlo quest’anno gli studenti della classe 5 B Liceo dell’istituto Max Planck che il 30 gennaio scorso hanno partecipato all’incontro introduttivo e alle prove generali dello spettacolo “La Bohème” di Giacomo Puccini, nell’allestimento promosso dal teatro veneziano per il 100° anniversario della morte del celebre compositore. Continua così l’adesione dell’istituto Planck alle proposte rivolte alle scuole da La Fenice. Una collaborazione iniziata 8 anni fa e che ha come referente il prof. Paolo Carrer premiato l’anno scorso con il titolo di Teacher Ambassador 2022-2023. Parlano della recente esperienza Pietro Falavigna e Alessio Lezza della 5 Liceo delle scienze applicate.

Il 30 gennaio 2024 abbiamo partecipato alla prova generale dell’opera “La Bohème” nell’ambito del progetto formativo promosso da Fenice Education “Mettiamoci all’opera”. Siamo stati a Venezia una intera giornata assistendo al mattino ad un incontro formativo nelle Sale Apollinee e poi partecipando alla prova generale nel pomeriggio.

Il fascino del Teatro ci ha subito catturato, abbiamo assistito ad uno spettacolo di prim’ordine e ci siamo lasciati immergere nell’atmosfera vibrante dell’evento.  Questa opportunità è tanto più preziosa se si pensa che nel dicembre scorso la pratica del canto Lirico in Italia è stata dichiarata “patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

La Bohème, opera lirica di Giacomo Puccini, è un pilastro del repertorio operistico mondiale. Ambientata nella Parigi bohémien del XIX secolo, racconta le vicende di giovani artisti in cerca di ispirazione e amore. Le loro storie, trasmesse attraverso la musica e le parole, affrontano temi universali come l’amicizia, l’amore e la perdita, catturando l’essenza della condizione umana in modo magistrale.

L’esperienza alla prova generale de La Bohème si è rivelata significativa anche per spettatori poco esperti nel campo lirico come siamo noi studenti. L’impatto emotivo della musica ci ha colpiti subito. L’opera di Puccini ha attirato l’attenzione fin dalle prime note, grazie alla sua trama coinvolgente e alle melodie toccanti. Le emozioni dei personaggi sono state trasmesse in modo intenso attraverso le interpretazioni dei cantanti e attori. Le voci hanno dato vita alla musica e alle parole dell’opera in modo eccellente. Nonostante la nostra limitata esperienza, possiamo confermare che “La Bohème” ha suscitato in noi emozioni intense e ha accresciuto il nostro interesse per l’opera lirica. Desideriamo ringraziare Fenice Education per averci offerto questa preziosa opportunità.

Pietro Falavigna e Alessio Lezza 5BL

Previous articleIl “Progetto Lettura” riparte dai grandi temi
Next articleCentro Antiviolenza

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here