Sleeping beauties

0
179

Nonostante l’atmosfera onirica e soprannaturale, in Sleeping Beauties il male si tinge di colori del tutto umani. Partiamo subito col dire che l’adattamento grafico di Rio Youers di questo romanzo horror, scritto a quattro mani dai Stephen King e Owen King, non è adatto a tutti, per la forte presenza di linguaggio scurrile e di scene crude che risaltano in modo particolarmente vivido grazie alle magnifiche tavole di Alison Sampson e alla palette scelta da Triona Tree Farrell. Le 224 pagine del volume edito Sperling & Kupfer però, lungi dall’essere splatter,lasciano il segno e coinvolgono il lettore in riflessioni importanti su temi importanti come la misoginia, sulla violenza e sulla natura umana.

La storia ha inizio con il diffondersi di una malattia del sonno che colpisce solo le donne, l’epidemia “Aurora”. Le contagiate si addormentano e le loro teste vengono ricoperte da uno strano bozzolo: rimuoverlo porta a conseguenze estreme e spiacevoli. Incertezza, paura e disperazione generano in poco tempo disordini e sommosse in tutto il mondo, da parte di uomini che sembrano non trovare altra soluzione se non quella della forza bruta per risolvere la questione. Nello specifico, seguiamo da vicino le vicende della contea di Dooling, dei suoi abitanti e del carcere femminile, un micro universo di tragedie nella tragedia: al centro di tutto sorride Evie Black, una donna misteriosa dotata di grande forza, con la capacità di leggere nel pensiero e di parlare con gli animali (che a loro volta sembrano avere un ruolo di messaggeri e aiutanti), nonché l’unica apparentemente in grado di resistere al virus e l’unica che sappia davvero cosa stia succedendo. E alla fine di tutto per le “belle addormentate”, donne spesso e volentieri ferite dagli uomini, resta una sola scelta da compiere: rimanere nel mondo di sogno che le sta ospitando, lontano da ogni male ma anche dai cari che hanno lasciato, o tornare da loro, facendosi carico dei rischi e delle responsabilità che questo comporta.

Per i fan di Stephen King e in generale di questo genere, l’esperienza di lettura è immersiva e coinvolgente, e giova di un adattamento fedele all’opera originale. Al contempo inquietante e affascinante, mette sotto i riflettori tematiche attuali e fa un ritratto a volte impietoso della nostra società, senza però negare ciò che c’è di buono e salvifico.

Visita il blog “Lovingbooks” per scoprire molte altre recensioni e contenuti legati al mondo dei libri
http://www.loving-books.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AfSlovingbooks
Instagram: https://www.instagram.com/lovingbooks.blog/

Previous articleSali in cattedra!
Next articleNon Ti Scordar Di Me odv

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here