Viaggi umanitari con “Rete Progetto Pace”

0
746

Un’esperienza che ti cambia la vita

È un’esperienza che ti cambia la vita. Ti permette di prendere maggiore consapevolezza del valore dei tuoi gesti, scopri quanto sia bello vedere nascere la felicità dal dolore, senti nell’aria e osservi quanta sofferenza questi luoghi si portano dietro, rimanendo riconoscenti al proprio passato con la speranza di un futuro migliore; e condividerai tutto ciò con compagni indimenticabili.

[…] Potrei dire un sacco di cose, saprei descriverti giorno per giorno, ma è veramente difficile riuscire a trasmettere a pieno le emozioni che ti fa provare. Questo viaggio ti forma a 360 gradi, qualcosa ti toccherà più delle altre, ma tutte lasceranno un segno.

Sono queste le parole di Egle, 18 anni, studentessa di ritorno dal Viaggio Umanitario 2022, partita per una settimana nei Paesi dei Balcani con la nostra associazione.

La Rete Progetto Pace nasce come rete internazionale di scuole, enti ed associazioni che collaborano per promuovere una cultura di pace, quindi non solo un nome, ma un desiderio di creare opportunità e legami veri e forti basati sul dono e la fiducia tra le persone e tra i Paesi.

Crediamo nei giovani, come cittadini del mondo e cittadini del domani, da quando nel 1994 due studentesse dell’istituto Besta di Treviso, Katia e Irene, decisero di partire per il primo viaggio umanitario in un Campo profughi di Postojna in Slovenia, dove erano rifugiate famiglie provenienti dalla Bosnia e dal Kosovo.

Anche quest’anno ripartiremo per una nuova esperienza dal 22 al 28 aprile 2023.

Percorreremo 3000 km attraversando Italia, Austria, Rep. Ceca, Polonia, Slovacchia, Ungheria e Slovenia.

Ricorderemo il giorno della Liberazione – 25 Aprile – con una visita ad Auschwitz e nei giorni seguenti visiteremo anche il Ghetto di Varsavia.

Svolgeremo una giornata di servizio per i rifugiati ucraini ad un’ora dal confine con l’Ucraina.

Approfondiremo le occupazioni sovietiche in Europa dell’Est, la Primavera di Praga del 1968, la Rivoluzione Ungherese del 1956 ed il Movimento Solidarnosc in Polonia.

Incontreremo giovani studenti dell’Europa dell’Est per conoscere le loro prospettive riguardo l’Unione Europea e come sviluppare progetti congiunti.

Conosceremo le bellezze artistiche e culturali di Praga, Cracovia e Budapest.

L’obiettivo è quello di collaborare con organizzazioni presenti sul territorio portando aiuto, sostegno e speranza alla popolazione locale, oltre a quello di confrontarsi con situazioni economiche, politiche e sociali differenti, attraverso incontri con ONG locali, gemellaggi con scuole/università, meeting con la Rete Ungheria, consegna fondi e materiale umanitario raccolto con iniziative di solidarietà presso scuole, associazioni, orfanotrofi, case famiglia ed altre realtà.

Se sei una persona intraprendente, ti stanno a cuore i Diritti umani, vuoi rimboccarti le maniche per fare qualcosa di concreto e sei interessato alle nostre iniziative, non esitare a contattarci per entrare a fare parte di questa grande Rete.

E soprattutto, in tutto questo non sarai solo. Saranno con te altri 50 ragazzi dai 16 ai 19 anni, studenti provenienti da tutto il Veneto con i tuoi stessi valori che avrai occasione di conoscere insieme a noi organizzatori in due incontri di preparazione nei mesi di marzo e aprile, per prepararci al meglio a vivere insieme questa esperienza.

Le iscrizioni per il Viaggio Umanitario 2023 sono aperte fino a fine marzo! Per maggiori informazioni rimaniamo a disposizione ai seguenti contatti: studenti@reteprogettopace.it ; IG @reteprogettopace ; www.reteprogettopace.it

Previous articleRiaprono le sale prove del Progetto Giovani
Next articleArriva nelle sale “The son” di Florian Zeller

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here