Progetto “Finestre sul mondo: laboratorio, cinema, territorio”

0
518

Il giorno 3 febbraio 2023 avrà inizio, presso l’Istituto tecnico turistico “G. Mazzotti” di Treviso, il progetto “FINESTRE SUL MONDO: LABORATORIO, CINEMA, TERRITORIO”, che rientra nei bandi Cinema Scuola LAB del Ministero della Cultura in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito e che comprende quattro istituti trevigiani, l’Istituto tecnico turistico “G. Mazzotti”, scuola capofila, gli istituti tecnico per geometri e multimediale “A. Palladio” e professionale alberghiero “M. Alberini” e il Liceo scientifico e sportivo “L. Da Vinci”. La responsabile è la Dott.ssa Anna Durigon, Dirigente Scolastico dell’istituto “G. Mazzotti”; il responsabile scientifico è la Prof.ssa Paola Brunetta, docente e critica cinematografica.

Il progetto si configura come un ampliamento di “Pane e cinema”, l’attività rivolta alle scuole secondarie di secondo grado promossa dall’Associazione Vincenzoni nel 2019 che si è svolta per due anni con la stessa rete di scuole, sempre con la supervisione artistica di Alessandro Padovani: se quest’iniziativa aveva l’obiettivo di avvicinare gli studenti all’arte cinematografica attraverso la scrittura di soggetti cinematografici e la successiva realizzazione di un soggetto scelto in cortometraggio, il nuovo progetto tende a coinvolgere in modo più ampio, attivo e completo gli adolescenti, immergendoli nei vari aspetti e significati del cinema e facendoli entrare in contatto con le diverse figure professionali che animano questo settore culturale.

Il progetto, che affianca agli istituti scolastici, come partner, quattro enti/ associazioni del territorio (Associazione Vincenzoni, Cinema Multisala Edera, Cineforum Labirinto e Ginko Film) e che coinvolgerà 83 ragazzi delle classi del triennio, si articola in quattro azioni suddivise in due periodi:

– nella fase iniziale (febbraio – maggio) è prevista una parte comune a tutti gli studenti partecipanti con l’illustrazione degli elementi fondamentali del linguaggio cinematografico, in seguito alla quale gli studenti saranno suddivisi in 5 gruppi per approfondire uno dei seguenti aspetti specifici: scrittura (soggetto e sceneggiatura), regia, fotografia, montaggio, suono (presa diretta e post produzione), tramite un vero e proprio laboratorio tenuto da professionisti del settore. Si lavorerà sia sul cinema di finzione che su quello documentario. Questa fase culminerà nella realizzazione di un cortometraggio con la guida degli esperti che gestiscono i laboratori, e sarà corredata da una passeggiata cinematografica a Treviso, in quello che viene definito cineturismo, e da incontri su aspetti più “tecnici” del cinema come produzione, distribuzione ed esercizio;

– nella fase successiva (settembre – dicembre) gli studenti realizzeranno un secondo cortometraggio in autonomia, dopo un breve tutoraggio con gli esperti, e seguiranno un cineforum che verte sul rapporto tra cinema e territorio veneto, corredato da incontri con registi e attori di fama sui vari aspetti della tematica, incluso un omaggio a Luciano Vincenzoni con la proiezione commentata di “Signore & signori” di Pietro Germi.

Ci teniamo a sottolineare che parteciperanno al progetto, oltre a formatori esperti come Andrea Mura, Alessandro Padovani, Lorenzo Bagnatori, Francesco Montagner, Chiara Andrich, Lorenzo Pezzano, Francesco Liotard e Stefano Malchiodi, anche grandi professionisti del cinema come Silvio Soldini, Doriana Leondeff, Teho Teardo, Giuliano Taviani, Alessandro Rossetto, Marco Segato, Antonio Padovan, Andrea Segre, Mirko Artuso e Davide Novelli.

Prof.ssa Paola Brunetta

Previous article“Tasmania” di Paolo Giordano
Next article“Il tempo concesso”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here