Premio di scrittura “Le città di Berto”

0
397

Una penna, un foglio, un’idea…

Una penna, un foglio, un’idea …e si inizia a scrivere! La scrittura, abitudine che ormai non va più di moda nel ventunesimo secolo, è andata perdendosi negli ultimi decenni, nella frenesia della vita quotidiana e nell’attaccamento alle cose materiali.

È invece obiettivo del Premio di Scrittura “Le città di Berto” invitare i ragazzi a riscoprirla, per soffermarsi su aspetti meno concreti, ma ugualmente importanti della nostra esistenza. 

Le parole sono infatti il riflesso delle nostre emozioni e il segno dell’umanità che ci distingue dagli altri esseri viventi. La penna si lega al corpo, diventa parte di noi, l’inchiostro è il flusso dei nostri pensieri, e, trasferendoli sul foglio, li mette in ordine. La scrittura è quindi la più potente valvola di espressione, permette di aiutare se stessi e di vedere le cose in modo diverso, ma anche di trasmettere un messaggio a chi legge. 

Una motivazione che può spingere uno studente a partecipare al concorso “Le città di Berto” è di sicuro il premio riservato ai vincitori, ma è importante ricordare che essere scelti dalla giuria e trovarsi tra i finalisti porta anche a un vantaggio di carattere personale: spesso tra i primi classificati ci sono ragazzi che, con i propri testi, scoprono un talento di cui prima non erano consapevoli. Prendere parte a questo concorso, indipendentemente dal risultato finale, può essere poi un’occasione per mettersi in gioco e per fare una nuova esperienza.

Il nostro Premio di Scrittura, che quest’anno è arrivato alla XXXIV^ edizione, unisce infatti studenti provenienti da diverse classi, scuole e realtà, in particolare dalle province di Venezia, Treviso, Catanzaro e Vibo Valentia, luoghi dove lo scrittore Giuseppe Berto ha vissuto. È quindi un’occasione per conoscere coetanei di altre scuole del Veneto e della Calabria, per confrontarsi con persone che hanno uno stile di scrittura e un’età differenti, proprio perché a parteciparvi sono studenti delle superiori di età compresa tra i quattordici e i diciannove anni. Ciò però non deve essere un motivo di sconforto per i più giovani, che invece spesso si classificano tra i primi posti, superando anche i ragazzi di quinta. Per loro la partecipazione può essere quindi anche una piacevole sorpresa e un motivo di orgoglio.

Questo concorso è perciò un modo per dimostrare tanto a se stessi quanto agli altri le proprie potenzialità. 

E noi vi invitiamo a farlo leggendo il regolamento che troverete nella home page del nostro Liceo (XXXIV EDIZIONE Premio di scrittura “Le città di Berto” – Liceo Berto).

L’augurio che rivolgiamo a tutti è quello di esprimere al meglio nella scrittura la vostra creatività e le vostre emozioni, sperando di incontrarvi come finalisti alla Cerimonia di Premiazione 2023!

Beatrice e Letizia
Classe 2^A Liceo Classico “G. Berto” – Mogliano Veneto

Previous articleExchanging school al Liceo Berto
Next articleGet to know yourself in Sweden

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here