“Non voglio più l’anoressia”

0
499

Quando ti ammali le cose di ogni giorno, quelle che fai senza pensarci, quelle che pensi non smetterai mai di fare, pian piano spariscono sullo sfondo fino al punto di catapultarti in un altro mondo dove tutto è sotto controllo della ragione e dove le emozioni sono completamente congelate. Durante il percorso terapeutico capita che la vita si faccia ancora sentire e chieda qualcosa di più. Ecco la poesia scritta da una giovane ragazza che soffre di DCA e che si trova proprio sul punto di iniziare a fare uscire la testa dal bozzolo dell’anoressia.

VITA
Dentro una gabbia, la normalità e l’adolescenza come luci a intermittenza, lampadine traballanti che alternano luce e buio. Mi manca quella sensazione di brivido di vita, essere all’apice dell’adrenalina sulle montagne russe, l’aria controcorrente, le urla, le emozioni. Mi manca la frenesia di mille impegni felici quasi obbligati, le lezioni di danza che a volte volevo saltare, le corse per prepararsi a serate trascorse a ballare, i ritorni barcollando e i balli infiniti su canzoni che non si consumano mai. Ingiustificabili risate fino all’ultimo fiato e lacrime inspiegabilmente desiderabili.
Ora voglio sentire la voglia di saltare e correre, dimenticare di non riuscirci, credere alla vita, così corta, che conviene viverla davvero.
Voglio due fari nel volto, illuminare e dar luce di nuovo ai miei occhi, che vogliono osservare una vita che vivo, nella quale credo.
Ho voglia di ricominciare libera, risciacquarmi dalla sofferenza, fare un bagno nell’acqua salata del mare. Voglio abbellire la mia anima, riempire un bagaglio di emozioni, annotate in un diario di esperienze.
Sogno di ricominciare a sognare.
Voglio permettermi di sentirmi bella, rendendomi speciale senza bisogno di esserlo.
Voglio sentire linfa vitale scorrere dentro le vene e voglio sentire meno spigoli mortali fuori.
Voglio feste ammassati, sentire il fiato sul collo, il sudore, i selfie, voglio solo vivere la vita: ho scelto la vita,
non voglio più l’Anoressia.
(Eleonora)

Food For Mind Mestre Venezia – Centro per la Cura dei Disturbi Alimentari
via Einaudi, 15 Mestre (VE)
Tel. 333/4722517
venezia@foodmind.it
Siamo a disposizione, gratuitamente e con riservatezza, di ragazzi e genitori per consigli, dubbi ed informazioni.

www.foodmind.it
Instagram
Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here