La risposta nasce dal bisogno

0
149

Era il settembre 1943 quando Don Paolo Liggeri, un siciliano trapiantato a Milano e lì ordinato sacerdote, organizzò un luogo di accoglienza e di rifugio per chi, durante la Seconda Guerra Mondiale, aveva perso casa e lavoro; alle prime attività assistenziali egli aggiunse l’ospitalità per i perseguitati razziali e politici.

Per tale motivo, nel marzo del 1944 venne arrestato e per lui cominciò il calvario dei campi di concentramento, l’ultimo dei quali Dachau; liberato dalle truppe americane il 29 aprile 1945, tornò in Italia e riprese la sua opera all’Istituto “LA CASA” di Milano.

Era il tempo della ricostruzione, le devastazioni avevano colpito non solo i luoghi ma anche e soprattutto gli affetti e le relazioni familiari e Don Paolo sentì subito l’esigenza di impegnarsi proprio per le FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’, così il 15 febbraio 1948 nacque il primo Consultorio Familiare in Italia. Su questo esempio nacquero altri Consultori e, venti anni dopo, precisamente il 24 marzo 1968, questi Consultori si unirono per dar vita all’Ucipem, UNIONE CONSULTORI ITALIANI PREMATRIMONIALI E MATRIMONIALI.

Il loro scopo era allora, come ora, quello di offrire alle persone in difficoltà sia sul piano personale che delle relazioni di coppia, familiari e sociali un servizio di promozione, di consulenza, di aiuto, sotto l’aspetto dell’informazione, della prevenzione, e del sostegno qualificato, nel pieno rispetto della persona e senza preclusioni o distinzioni di sorta.

Il Consultorio di Treviso, fondato proprio in quelli anni, ad opera di laici di ispirazione cristiana, aderì all’UCIPEM, successivamente ottenne il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Veneto.

Afro Groppo
Presidente Ucipem Treviso

Previous articleTreviso in festa con i giochi da tavolo
Next articleStai già pensando all’estate con la famiglia?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here