Il giardino della scuola Collodi

0
511

Non solo gioco ma anche palestra e laboratorio

Un’esperienza di crescita a tutto tondo

La scuola Carlo Collodi situata al centro del quartiere di San Liberale, gode di un magnifico giardino nel quale le zone di prato si alternano a quelle alberate e ombreggiate. Durante tutto il periodo del Covid, con la necessità di mantenere le “bolle classe”, questo giardino si è rivelato preziosissimo per gli ampi spazi in cui ogni gruppo ha potuto giocare liberamente a seconda delle stagioni e delle età. Proprio per l’importanza che in questi due anni il nostro giardino ha dimostrato di avere, bambini ed insegnanti hanno iniziato a considerarlo parte integrante della vita a scuola, tanto più che l’orario del tempo pieno richiede necessariamente tempi e spazi di gioco defatiganti e socializzanti al contempo. Anche lo sport era stato fortemente limitato, ma non la sua necessità nella crescita sana dei bambini.

Ecco allora che sono nate una serie di progettazioni per rendere questo spazio sempre più funzionale e rispondente alle necessità che emergevano e che venivano condivise con le famiglie, le Istituzioni e le Associazioni del territorio e che sono state realizzate proprio in questo inizio d’anno scolastico.

L’ARRAMPICATA. Fra giugno e ottobre la scuola Collodi ha visto la realizzazione dell’Arrampicata Orizzontale, strumento importantissimo progettato da Moving School. Tramite il suo utilizzo, i bambini di tutte le classi possono sperimentare ogni giorno nel gioco individuale e cooperativo “il piccolo rischio” per prepararsi con esercizi di agilità e coordinazione ad affrontare situazioni di movimento sempre più complesse. Ma per arrivarci è stato messo in campo un grande lavoro di squadra: alunni e insegnanti, genitori, familiari, amici della scuola come gli Alpini e i volontari di Moving School (e qui il nostro saluto va all’architetto Paolo Giordano), hanno prestato il loro tempo e lavoro per scaricare i pezzi, montarli, dipingerli e attrezzarli con le prese. Alla fine il 25 novembre abbiamo festeggiato l’inaugurazione. Erano presenti altri due protagonisti dell’impresa: i giovani dell’Associazione Ascoltare per costruire che hanno fatto da tramite con il Comune grazie al loro concorso “Ama il tuo quartiere” e il Comune di Treviso che ha accolto la richiesta dei bambini sovvenzionandola. A tutti il nostro grazie che non si ferma qui.

…LE RETI DA PALLAVOLO E I CANESTRI. Infatti la nostra scuola ha continuato a partecipare al concorso “Ama il tuo quartiere” negli anni del Covid, chiedendo e ottenendo due reti di pallavolo e due canestri in diversi punti del giardino che consentono ad ogni ricreazione di giocare a pallavolo e a pallacanestro. Così i bambini possono sperimentare tutta la potenza dei giochi di squadra riuscendo a praticare sport con regolarità più volte alla settimana anche all’aperto.

LE SIEPI e GLI ALBERI. Infine nell’ottica dell’Agenda 2030 i bambini hanno chiesto all’Assessore al Verde la piantumazione delle siepi lungo via Mantiero e il 17 ottobre, in concomitanza con la Festa degli alberi, sono arrivate 100 piante di gelsomino assieme ad una splendida quercia che abbiamo voluto in memoria dell’amico alpino Venturino Cagnato. È stato bellissimo vedere alpini e bambini lavorare insieme per mettere a dimora le piantine e sarà importante anche a livello di apprendimento e responsabilità verso la Natura, seguirne la crescita.

Insomma i bambini della scuola Collodi hanno ormai un giardino per praticare Sport, per migliorare la consapevolezza delle proprie capacità fisiche e sociali e per giocare ed apprendere in armonia con la natura questo grazie anche all’arrivo del nuovo orto tutto dedicato alla scuola primaria.

Grazie ancora a tutti coloro che hanno voluto camminare con noi in questa grande impresa!

A nome della scuola tutta
Ins. Anna Cremona

Previous articleIl contatto in gravidanza
Next articleIl Multisala Corso riprende le proiezioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here