La scuola si reinventa…

0
473

spinta da tanta voglia di “normalità”, un pizzico di creatività, il tutto supportato dalle nuove tecnologie digitali.

Il coronavirus e la pandemia che ne è scaturita hanno sconvolto la vita e gli equilibri di tutti, anche perché è la prima volta che un problema così rilevante ha coinvolto contemporaneamente tutto il mondo. All’inizio non è stato semplice comprendere cosa stesse accadendo… poi l’istinto, il bisogno di relazioni e di mantenere i propri “ruoli”, ha spinto molti a reinventarsi trovando il modo per riprendere i contatti forzatamente interrotti.

Se questa pandemia si fosse diffusa venti o trent’anni fa gli effetti sarebbero stati molto più devastanti sia per l’economia che per le relazioni umane ed interpersonali. Grazie all’ampia diffusione di cellulari, computer ed internet, siamo riusciti a garantire un minimo di contatti e relazioni.

Nel mese di marzo, come docenti della Scuola dell’Infanzia San Paolo abbiamo contattato i nostri alunni tramite whatsapp ed è stata creata parallelamente una pagina sul sito della Scuola per inviare alle famiglie proposte didattiche, che si sono concluse nel mese di maggio e giugno con “video lezioni” bisettimanali. Avvalendoci delle nuove tecnologie siamo riuscite a proporre attività, giochi, festeggiare compleanni ed incoraggiare i nostri alunni che “si sentivano costretti” a dover rimanere a casa e a cui mancavano molto le relazioni con i compagni. Per alunni così “piccoli” riprendere i contatti con la “scuola e i compagni” è stato possibile solo grazie alla collaborazione e al rapporto di fiducia con le famiglie.

Grazie a questa intensa collaborazione tra docenti, bambini e le loro famiglie siamo riusciti a riprendere ritmi, impegni, il piacere del confronto e del condividere, riconquistando un minimo, ma fondamentale, senso di normalità.

All’inizio di questo anno scolastico 2020/21 è stato obbligatorio reinventarsi sia nell’organizzazione quotidiana con i bambini (misurazione temperatura in entrata, sanificazioni, lavorare per “bolle”…) sia a livello d’Istituto (circolari in continuo aggiornamento, riunioni e incontri da remoto, open day virtuali e video per far conoscere ambienti strutture e progetti delle nostre Scuole). Dopo circa tre mesi dall’inizio delle attività scolastiche, nonostante i numerosissimi limiti e procedure da seguire, noi docenti siamo felici perché crediamo d’esser riuscite a garantire ai bambini la spensieratezza, l’allegria, la voglia e la necessità di confrontarsi, giocare ed imparare e soprattutto perchè nei loro occhi riusciamo a leggere nuovamente la serenità compromessa nei mesi precedenti.

Le docenti della Scuola dell’Infanzia San Paolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here