La negoziazione dei conflitti

0
302
Two people standing in poses looking disappointed. Friends angry at their pal because they waited him for hours and he did not come. He apoogized telling he fell asleep but they do not believe him.

La Convenzione di Istanbul vieta la mediazione familiare nei casi di violenza, ma quando quest’ultima non è presente, e pertanto si parla di conflitto e non di violenza, imparare tecniche di negoziazione dei conflitti rappresenta una forma di prevenzione alla violenza. Il conflitto, infatti, si autoalimenta e si autorigenera, portando la coppia conflittuale, presente in ogni tipo di relazione, a livelli alti di tensione che, se non gestiti, possono portare alla rottura della relazione o alla violenza.

I CONFLITTI sono inevitabili nelle relazioni umane. Il conflitto è un elemento costitutivo dell’interazione umana, perché la differenza di opinioni, desideri e interessi, è inevitabile.  I contrasti rappresentano uno dei modi attraverso cui le persone possono entrare in relazione tra loro: veicolano la comunicazione.

Imparare ad affrontare i conflitti, orientandoli verso la cooperazione e la reciproca valorizzazione, è un elemento importante al fine di una comunicazione efficace. È importante imparare a considerare i conflitti non in chiave di lettura negativa, ma come uno strumento di miglioramento delle regole relazionali e di arricchimento che deriva dalla conoscenza delle diversità.

In ambito educativo il conflitto si può considerare come un’opportunità per realizzare un clima relazionale costruttivo, improntato sul confronto di individui differenti, ma tutti portatori di risorse. La finalità è quella di individuare risposte comportamentali al conflitto alternative alla passività e all’aggressività, imparando una modalità assertiva che permetta alle persone di esprimere i propri bisogni nel rispetto dell’altro.

Inoltre, è importante imparare ad affrontare i conflitti presenti nella vita quotidiana in ogni tipo di relazione (tra pari, genitori-figli, colleghi di lavoro, studenti-insegnanti- coppie), e sviluppare   abilità di potenziamento della persona.

La relazione è ciò che costruisce i problemi e li risolve, non esiste un problema che non sia anche comunicazione.  Litigare può essere un momento importante e produttivo, consente di esprimere e rendere evidenti “messaggi”, che non si era riusciti a comunicare diversamente.

È importante anche esercitarsi su abilità, quali il Problem Solving, atti a orientare la persona a trovare soluzione ai problemi, ma anche imparare a fare e ricevere critiche in modo costruttivo e non distruttivo. Ricordando sempre che si critica il comportamento e NON la persona, la quale, per prima, deve riconoscere a sé stessa le sue qualità e i suoi talenti.

Dott.ssa Monica Inio
Coordinatrice CAV Telefono Rosa di Treviso
Psicologa-Psicoterapeuta- Mediatrice Familiare e Scolastica

Centro Antiviolenza Telefono Rosa di Treviso – O.D.V.
Via Roma n.20 – Treviso
Email: telefonorosatreviso@libero.it
Telefono Rosa di Treviso: 0422.583022
Numero antiviolenza donne (attivo h24): 1522
https://www.telefonorosatreviso.org/
Facebook: https://www.facebook.com/CentroAntiviolenzaTelefonoRosaTreviso

Previous article“live music”, i concerti in programma
Next articleModa, arte, musica e creatività

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here