“La felicità è reale solo se condivisa”

0
10719

“La felicità è reale solo se condivisa” così scriveva prima di morire il viaggiatore statunitense Christopher McCandless che hai conosciuto attraverso il film “Into the wild”. Tu cosa ne pensi?

Felicità… nella mia vita penso di aver conosciuto tutte, o quasi, le sfumature di questo sentimento.

Credo che ognuno di noi si definisca felice seguendo un proprio registro di regole, ma non parlo di regole fisse, come magari quelle dei giochi da tavolo, della scuola o dello sport, no: immagino un elenco dove vengono puntate tutte le cose belle della vita.

Vorrei che tutti noi avessimo a capo di questa lista la parola “libertà”, un termine semplice e di cui si parla spesso, forse senza conoscerne a fondo il significato ed il valore. Non a caso mi soffermo sulla libertà: a parlare di questa infatti mi induce proprio il film “Into the wild” visto in classe; è una vera e propria testimonianza che la libertà è sinonimo di felicità per tutti.

Cristopher, il protagonista del film, è alla ricerca dell’assoluta libertà (che nella sua mente coincide con la solitudine, il bisogno di allontanarsi da tutti per perdersi nella natura selvaggia) ma, purtroppo, nella vita tutto questo non basta: io ho soltanto 15 anni e, come tutti i ragazzini, molte volte vorrei scappare dal mondo in cui vivo, pieno di giudizi, di pressione e di obblighi. A questa mia fantasia non do mai peso, perché da sola avrei paura. Cristopher, invece, è stato più coraggioso: ha lasciato tutto e tutti ed è scappato, ma purtroppo perdendo lungo il tragitto la felicità che tanto inseguiva. La sua avventurosa fuga non è durata tanto, due anni circa: forse era una di quelle magie destinate a finire subito. Cristopher prima di morire completamente da solo in Alaska a causa di alcune bacche velenose, impiega una manciata di ultime forze per scrivere una delle frasi più toccanti che abbia mai letto: “la felicità è reale solo se condivisa.”

Queste parole mi hanno fatto capire che tutti abbiamo bisogno di una persona al nostro fianco con cui condividere i momenti belli, ma anche, come in questo caso, quelli difficili. Sono piccola, la vita vera forse ancora non la conosco, però so che un minimo sorriso con un’amica può diventare per me un ricordo indelebile e che un pianto spezzato dalle parole di conforto può stravolgere diverse giornate. Per questo motivo condivido appieno la frase detta dal protagonista, perché è vero, la felicità è reale solo se condivisa.

A. D’Angelo II A Acconciatura

Previous articleProgetto “Viva Vittoria Treviso”
Next articleFesta della donna al Turazza

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here