Orienteering e podcast in inglese nel Piano Estate del Planck

0
338

Si sono conclusi i progetti che hanno coinvolto 50 studenti per due settimane

Sotto il cielo azzurro e il sole di luglio nella distesa verde del parco Sant’Artemio trionfa il Piano Estate dell’Istituto Max Planck. Circa quaranta studenti dell’Itis e del Liceo scientifico si sono messi alla prova con una gara sprint di Orienteering dopo due settimane di allenamento e studio all’aperto.

E’ stato questo il finale del primo Piano Scuola Estate dell’istituto di Lancenigo che dopo l’anno della pandemia e della Dad ha messo in campo due progetti “Orienteering in the city” (in collaborazione con l’associazione Orienteering Treviso) e “The Planck voice” (corso per la realizzazione di podcast in inglese) coinvolgendo in tutto 50 studenti e una decina di insegnanti. “E’ stata una sfida raccolta e vinta – dichiara la dirigente Emanuela Pol – date le tempistiche ristrette della progettazione accavallatasi con gli adempimenti di fine anno sempre impegnativi. Non ci aspettavamo una buona risposta in termini numerici, invece i ragazzi hanno apprezzato le attività differenti e hanno aderito”.

Gli studenti si sono incontrati a scuola in gruppi alternati al pomeriggio o al mattino per quattro ore al giorno, dedicandosi alle diverse attività proposte in modo ludico per recuperare la socialità persa durante la Dad. Nel corso di Orienteering hanno prima assistito ad una parte teorica tenuta da Francesco Catarin (di Orienteering Treviso) e poi hanno praticato la nuova specialità sportiva che comprende la resistenza alla corsa, la velocità abbinate alla capacità di decifrare una mappa e sapersi muovere nello spazio. Poiché le mappe e i compiti erano spesso scritti in inglese hanno però anche potenziato la lingua inglese. Il programma poi ha compreso un’esperienza nel laboratorio di elettronica con la costruzione di una bussola mediante il linguaggio Arduino.

Il progetto multidisciplinare è stato messo a punto da un’equipe di insegnanti di educazione fisica Elia Lenzi, Manuela Catalano, di geografia Clelia Scarpo, di elettronica Giuseppe Sanfilippo e di inglese Linda Menegotto.

Studenti e docenti hanno dato il meglio di sé nella gara finale, resa possibile grazie anche la collaborazione con il presidente dell’associazione Orienteering Treviso, Francesco Bazan. Si sono aggiudicati il titolo di campioni del Planck Matteo Favarato di 2C (Itis) e Matteo Vesco di 2C (Liceo). “E’ stato interessante – commenta Vesco – soprattutto perché facevamo le attività all’aperto. E’ possibile fare lezione all’aperto, basta organizzarsi, la scuola non dovrebbe essere sempre ingabbiata all’interno. E’ bello uscire nella natura”. Durante questa straordinaria “scuola estiva” si sono valorizzati gli ampi spazi esterni del Planck, scoprendo un modo più leggero di fare lezione con risultato garantito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here