Nido Appiani “degli Angeli Custodi”

0
334

DATI GENERICI

NOME: Nido Appiani “degli angeli custodi”
ETA’: il servizio è rivolto a tutti i bambini da 12 ai 36 mesi
TIPOLOGIA: è un servizio diurno strutturato in modo simile ad un asilo nido; è collocato nello stesso edificio della scuola dell’infanzia e svolge attività sociale ed educativa mediante collegamenti integrativi con le attività della scuola dell’infanzia secondo un progetto concordato tra soggetti gestori. La capacità ricettiva è di massimo 29 bambini, ma al fine di perseguire il pieno utilizzo delle risorse attivate nel servizio può prevedere, anche in relazione alla presenza media dei bambini, un numero d’ammissioni superiore ai posti effettivamente attivati in misura non superiore al 20%. La pianta organica del personale assicura la presenza di un educatore ogni 8 per i bambini d’età superiore ai 12 mesi, anche in relazione alla frequenza massima. Riferimenti legislativi: L.R. 32/1990 che disciplina gli interventi della Regione Veneto per i Servizi educativi alla prima infanzia- asili nido e servizi innovativi-; L. R. 22/2002 e la successiva delibera n. 84/2007che definiscono i termini per l’autorizzazione e l’accreditamento delle strutture sociali, socio-sanitarie e sanitarie.
INDIRIZZO: via Noalese, 53 – Treviso
TELEFONO: 0422/230356
SITO INTERNET: www.appianiturazza.it
SOCIAL: Facebook
ORARI: dal lunedì al venerdì dalle ore 07:30 alle ore 17:00

PROPOSTA EDUCATIVA

Al nido integrato ogni giorno, oltre ai momenti di routine, sono previsti dei momenti di proposte educative intesi come approccio del bambino alla manipolazione, al colore, al movimento, al suono ecc…, in relazione allo sviluppo delle capacità percettive, motorie, linguistiche all’interno di progetti elaborati e condivisi dall’intera equipe educativa, ma sviluppati dai bambini stessi. Il bambino è dunque protagonista del suo operato e non spettatore di quanto gli viene proposto. Alla base dei nostri progetti e laboratori educativi-didattici poniamo la flessibilità: ci rendiamo disponibili al cambiamento e agli imprevisti che ogni bambino/a introduce. Le esperienze, di gioco e attività strutturate, offrono una pluralità di occasioni che vengono arricchite e articolate a seconda degli interessi e delle competenze dei/lle bambini/e. Si svolgono con regolarità e in forma ludica e sono relative allo sviluppo psicomotorio, del linguaggio e delle capacità comunicative, all’espressione creativa e costruttiva, allo sviluppo delle competenze simbolico-rappresentative e narrative. Alcuni materiali di gioco sono a disposizione dei/lle bambini/e che si organizzano autonomamente negli angoli predisposti utilizzandoli liberamente; altre occasioni di gioco vengono predisposte dall’adulto sulla base degli interessi e delle potenzialità dei bambini/e.

SPAZI DELLA STRUTTURA

La strutturazione dello spazio e la disposizione degli arredi rappresentano un elemento fondamentale; attraverso la cura degli ambienti si trasmette un messaggio di serenità e di accoglienza ai/lle bambini/e e ai genitori; attraverso la personalizzazione degli ambienti si accoglie l’individualità dei soggetti, se ne rinforza l’identità e grazie alla loro differenziazione se ne orienta l’attività e se ne favorisce la comunicazione, lo scambio sociale e cognitivo.

Il nostro nido è suddiviso in spazi così disposti:

  • Ingresso: è il primo spazio che il genitore insieme al proprio bambino/a attraversa entrando al nido. Rappresenta una “finestra aperta” sul lavoro quotidiano. Parte del progetto educativo si esplicita tramite la documentazione fotografica e le informazioni che la regolamentano, opportunamente inserite in pannelli espositori, permettendo a chiunque entri al nido di orientarsi e di trovare messaggi sul valore di ciò che accade nel servizio. Dall’ingresso si accede anche ad un soppalco dove è allestito l’ambulatorio/ufficio dove si svolgono i colloqui con i genitori. Il nido dispone inoltre di servizi igienici e spazi per il personale.
  • Salone: è un ambiente ampio, spazioso e ampiamente illuminato da porte e finestre. È lo spazio dove si accolgono i bambini e le bambine e dove vengono organizzati momenti di intersezione secondo turni, modalità e piani di lavoro concordati collettivamente all’inizio dell’anno scolastico. Il salone è allestito con tappeti, cuscini, scivoli, facilitando il realizzarsi di percorsi motori.
  • Dal salone si accede alle sezioni e alla zona del sonno dei più grandi. Ogni bambino/a possiede un proprio lettino contrassegnato dal proprio simbolo. È uno spazio caratterizzato in modo da alimentare un’atmosfera di tranquillità e intimità.
  •  Le sezioni, dalle quali si accede attraverso il salone, si differenziano a seconda dell’età dei bambini e bambine che accoglie, in quanto la strutturazione viene pensata tenendo in considerazione le caratteristiche evolutive dei/lle bambini/e, le competenze acquisite, così come le autonomie raggiunte.
  • La sala da pranzo è comune per le tre sezioni: sono presenti tavoli semicircolari corredati da seggiolini per i soggetti più piccoli e tavoli rettangolari per i bambini e bambine con un’autonomia maggiore. I momenti dedicati all’alimentazione (colazione, pranzo, merenda) sono molto importanti nella giornata valorizzando anche la gioia di mangiare insieme e l’assaggiare e sperimentare cibi nuovi e diversi.
  • All’esterno c’è il giardino: uno spazio fondamentale poiché le esperienze all’aperto favoriscono molteplici occasioni di crescita attraverso il contatto con la natura e sollecitano esperienze sensoriali ed emozionali significative (possibilità di esplorare elementi naturali come l’erba e la sabbia, appositamente collocata nella sabbiera). Il giardino per i più piccoli è diviso da quello dei bambini e bambine più grandi in quanto i bisogni e le caratteristiche evolutive sono molto diverse e vanno rispettate e supportate. Nella zona antistante la struttura è presente un giardino sensoriale dove i bambini e le bambine possono fare esperienze specifiche ed è anche presente una fattoria didattica con animali da cortile e alcune caprette.

ALIMENTAZIONE

Il Nido Appiani “degli angeli custodi” è dotato di un servizio mensa con cucina interna e personale qualificato che si occupa della preparazione degli alimenti e dei pasti completi. Il pranzo prevede un menù invernale ed uno estivo approvato dall’Ulss 9 di Treviso ed offre garanzia di salubrità ed igienicità degli alimenti tramite un piano di autocontrollo (HACCP) in ottemperanza al regolamento CEE 852/2004. Varia su un calendario di 4 settimane nel rispetto dei prodotti di stagione che vengono acquistati settimanalmente o giornalmente presso le ditte fornitrici. In alcune giornate, infatti, il menù potrà subire delle variazioni in particolare per le verdure crude e/o cotte, a seconda dell’approvvigionamento delle materie prime. I menù alimentari, utilizzati per garantire una sana ed equilibrata nutrizione del bambino in rapporto alla sua età ed ai suoi bisogni, vengono studiati ed elaborati dall’apposito servizio della azienda sanitaria ASL territoriale competente. In caso di allergie a determinati alimenti è necessario far pervenire un elenco dei cibi da escludere sulla base di un certificato medico e l’indicazione della dieta sostitutiva alla Direzione del Nido (la personalizzazione della dieta sarà concordata anche in caso di motivazioni religiose e culturali).

ORARI E PACCHETTI

La giornata dei bambini e delle bambine al nido si articola in questo modo:
Ore 07.30 – 09.00             Entrata al nido con attività libere o guidate
Ore 09.00 – 09.30            Piccola merenda o colazione
Ore 09.30 – 09.45             Cambio (uso del bagno)
Ore 09.45 – 10.45            Attività programmate
Ore 10.45 – 11.00            Preparazione al pranzo
Ore 11.00 – 11.30            Pranzo
Ore 11.30 – 11.45            Cambio (uso del bagno)
Ore 11.45 – 12.30            Attività ludiche libere in salone
Ore 12.00 13.00            1° uscita
Ore 12.30 – 15.00            Momento del sonno
Ore 15.00 – 15.15            Cambio (uso del bagno)
Ore 15.15 – 15.45            Merenda
Ore 15.45 – 17.00            Attività ludiche libere in salone e 2°uscita
Ore 17.00                            Ultima uscita, entro e non oltre questo orario

CHI SIAMO/STORIA

La denominazione dell’Ente è Appiani-Turazza” traendo esso origine dalla fusione, disposta con Decreto del Dirigente Regionale per i Servizi Sociali, delle due seguenti Istituzioni Pubbliche e di Assistenza e Beneficienza:

  • “Istituto Turazza” con sede in Treviso via Turazza,n.11 che con regio decreto del 27 maggio 1923 sono state fuse in un’unica I.P.A.B. le istituzioni di “Pio Istituto Turazza” di Treviso, fondato nel 1857 dal sacerdote prof. Don Quirico Turazza  con R.D. 6 maggio 1875,avente lo scopo di accogliere i giovani abbandonati di ambo i sessi, e il “patronato degli orfani degli operai morti in guerra”, eretto in ente morale con il decreto 27 magio 1923, sorto in Treviso nel 1918 per iniziativa dell’Avv. Comm. Ettore Appiani, avente lo scopo dell’assistenza in genere, compreso il ricovero e il mantenimento degli orfani di ambo i sessi degli operai, morti in dipendenza della guerra, della città e provincia di Treviso;
  • “Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza “Graziano Appiani” di Treviso con sede in Via Noalese, 53 che trae la propria origine dalle disposizioni testamentarie dell’On. Graziano Appiani in data 14-04-1920, atti notaio Ciani del 15-10-1920 n. 8920. Con Regio Decreto 17-05-1928 fu eretta in Ente Morale ai sensi e per gli effetti della Legge n. 6972/1890 e ne fu approvato lo statuto organico. Con Regio Decreto 29-06-1939 la Scuola Materna è stata raggruppata con L’Asilo Infantile “Giuseppe Garibaldi” e con il Ricreatorio laico “G. Samaritani”. Per cause diverse dei tre Enti è rimasto in vita solo l’Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza “Graziano Appiani”.

Nel 2000 il Consiglio di Amministrazione allora in carica, in considerazione dei nuovi bisogni del territorio, avviò le pratiche di richiesta di apertura di un Asilo Nido Integrato alla Scuola dell’infanzia già esistente. Nell’anno scolastico 2003-2004 viene aperto alla popolazione del territorio il nuovo servizio per la prima infanzia il Nido Appiani “Degli Angeli Custodi”.

Ora il nuovo ente “Appiani-Turazza” (Istituzione Pubblica di Assistenza e beneficienza) di Treviso con sede in Via Noalese,53 trae la propria fusione in data 15 dicembre 2010 con decreto n.433. L’ente Appiani-Turazza continua a consentire i servizi educativi e di assistenza alla scuola dell’infanzia e del nido integrato.

Previous articleAsilo Nido Integrato “Maria Bambina”
Next articleArcobaleno

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here