Un animale migratorio: l’uomo

0
216

migrazioniUn musicista genovese, un profugo Maliano e una disegnatrice trevigiana raccontano la storia di un uomo che finisce sulla luna e cerca di ritrovare il profumo della strada di casa.

Pare che l’essere umano sia un animale migratorio, puಠarrivare sulla Luna grazie alla tecnologia. L’uomo puಠviaggiare e raggiungere posti molto, molto lontani; ma questo non sembra vero per tutti, anzi a guardare bene sembra un privilegio destinato a pochi. Per molti uomini il mondo ha confini invalicabili.

Una racconto di viaggio e accoglienza, di migrazione e ricerca di se stessi in Italiano, Bambara e dialetto Veneto.

“Gelsomini, fiori piccini”. Domenica 8 maggio ore 17.00 Sala Aldo Moro, Carbonera. Entrata ad offerta responsabile. Spettacolo consigliato da 5 anni in su.

L’iniziativa fa parte della rassegna Migrazioni. Durante il mese di aprile Renzo Guolo, Paolo Rumiz e Pietro Basso cercheranno di aiutarci a comprendere meglio questo fenomeno cosଠimportante.

Il programma è consultabile sul sito: www.pensareilpresente.it/migrazioni.

Spettacolo prodotto da Banda Luminosa, con il patrocinio di Solidarietà  a Colori e coordinamento Cittadinanza Attiva, CGIL, Auser, Cooperativa Pace e Sviluppo.