Inconti che cambiano il mondo

0
397
Come molti ormai sapranno, Intercultura è un’associazione senza scopo di lucro che dal 1955 promuove programmi di studio all’estero e ospita ogni anno in Italia centinaia di ragazzi stranieri.
E’ arrivato il periodo dell’anno in cui, chi è interessato alle nostre proposte puಠdavvero mettersi in gioco. Infatti, il 10 novembre 2007 scadrà  il bando di concorso per i programmi all’estero.
Nelle prossime settimane, in molti istituti della provincia, i volontari di Intercultura incontreranno le classi terze per illustrare come funzionano i nostri programmi di invio e di ospitalità , che includono diversi tipi di esperienze in oltre 50 paesi in tutto il mondo. Si va dai programmi estivi di un mese o due con una scuola di lingua e cultura, ai programmi scolastici che possono durare due, tre, sei o dieci mesi. In tutti questi casi si è accolti da una famiglia che sceglie di ospitare gratuitamente lo studente e si frequenta normalmente una scuola pubblica nel paese ospitante.
COSA OFFRE INTERCULTURA?
INVIO La possibilità  di trascorrere all’estero un periodo di tempo frequentando una scuola pubblica.
OSPITALITA’ La possibilità  di ospitare a casa propria uno studente straniero e condividere la propria cultura, il proprio stile di vita, abitudini, lingua.
BORSE DI STUDIO Ai candidati meritevoli e con scarse possibilità  economiche Intercultura mette a disposizione ogni anno centinaia di borse di studio finanziate da numerosi enti pubblici o aziende private.
SELEZIONE Una fase di selezione che permetta di ammettere ai programmi studenti davvero motivati, che credono negli obiettivi che l’associazione si pone, e che siano in grado di impegnarsi in un percorso formativo di crescita, che non si esaurisce al termine dell’esperienza all’estero, ma che continua attraverso il proprio impegno per la costruzione di un futuro di pace.
VOLONTARI Sono oltre mille i volontari che in tutta Italia (ma sono ancora di pi๠nel resto del mondo) si impegnano a selezionare, orientare e preparare studenti e famiglie ad affrontare tale tipo di esperienza.
COSA E’ UTILE SAPERE?
CHI PUO’ PARTECIPARE Tutti i ragazzi di età  compresa tra i 15 e i 18 anni (i limiti di età  possono poi variare in base ai programmi e alle destinazioni). Tutte le famiglie disposte a mettersi in gioco: non serve avere una casa grande o avere figli coetanei. Basta avere voglia ed entusiasmo nell’accogliere nella propria famiglia uno studente straniero.
QUANDO Esclusivamente per i programmi di invio, entro e non oltre il 10 novembre 2007 bisogna iscriversi al concorso di selezione, tramite la compilazione della cedolina che si trova all’interno delle brochure di presentazione dei programmi oppure scaricabile dal nostro sito internet.
NON DIMENTICARE CHE…Intercultura NON è un’agenzia di viaggi. Non proponiamo vacanze, ma periodi di studio all’estero. Siamo la prima associazione in Italia per estensione e qualità  dei programmi e facciamo parte di una rete internazionale chiamata AFS che copre oltre 60 paesi nel mondo. Il nostro scopo è quello di promuovere, attraverso gli scambi, la conoscenza di altre culture e modi di vivere per costruire un futuro di pace e serenità  tra i popoli tramite un’esperienza diretta e concreta.
AVRETE NOTATO CHE…ci sono delle facce nuove in alcuni istituti della provincia. Sono i ragazzi stranieri appena arrivati in Italia, che trascorreranno un anno nella provincia di Treviso. Provate a cercarli e a conoscerli: saranno loro i nostri testimoni pi๠diretti. Quest’anno il centro locale di Treviso sta accogliendo: Best dalla Tailandia ospitato dal liceo “Casagrande” di Pieve di Soligo, Franziska dalla Germania e Marie dal Belgio all’istituto “Duca degli Abruzzi” di Treviso, Deniz dalla Turchia all’istituto “Mazzotti” di Treviso, Siri dalla Norvegia al liceo “Scarpa” di Oderzo e Adam dalla Cina al liceo “Da Vinci” di Treviso. Sono appena arrivati in Italia e vi rimarranno per tutto quest’anno scolastico.
Sono inoltre quasi 50 i ragazzi della provincia di Treviso che negli ultimi due anni hanno partecipato o stanno partecipando ai programmi di Intercultura. Provate ad informarvi presso la vostra scuola se ci sono studenti o insegnanti che hanno già  vissuto l’esperienza.
Cristina Bertelli – Responsabile Invio del Centro Locale di TREVISO
 
Per ogni ulteriore informazione o chiarimento: